Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Recensioni’ Category

Partendo dal thriller francese Pour Elle del 2008 (diretto da Fred Cavayé), il Premio Oscar Paul Haggis (Crash), molto dotato come sceneggiatore (a servizio di Clint Eastwood per Million Dollar Baby e Flags of our fathers), e ancora poco avvezzo alla regia, ritorna dietro la macchina da presa, dopo la toccante pellicola Nella Valle di Elah, adattando un soggetto non suo, per realizzare un remake difficilmente etichettabile come semplice film d’azione. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

“Perché me l’hai detto?” “Perché non volevo mentirti!” “Perché?” “Perché ti amo.” Ecco il punto: l’amore o la verità? L’ immutabilità di una fotografia o il freddo scontro di due amanti delusi l’uno dall’altro?  Quanto conta la sincerità in un rapporto intimo? Mike Nichols crea un film tagliente e scabroso, senza una sola scena di nudo, scandaloso per i temi e per i dialoghi, ma mai per le immagini. Il sesso è importante ed è la manifestazione più brutale dell’amore, ma non per questo è la più vera. Ma abbiamo davvero bisogno della sincerità per amare?

(altro…)

Read Full Post »

Se esiste un modo per descrivere, con le immagini e con i silenzi, la leggerezza, la delicata intesa che può crearsi tra due spiriti affini e la sospensione dal mondo reale, sicuramente Kim Ki-Duk è riuscito a farlo. Ferro 3  è l’opera di un regista insolito (autore anche dello straordinario Primavera, estate, autunno, inverno…e ancora Primavera), che pur mantenendosi fuori dagli schemi, riesce ad impressionare  lo spettatore, fino a creare un particolare stato d’animo latente che viene fuori solo al termine della visione, come se esplodesse con i titoli di coda, per rimanere ancorato ai nostri ricordi per sempre. (altro…)

Read Full Post »


Cara, una brillante psichiatra convinta delle proprie idee, inizia a mettere in dubbio tutte le sue convinzioni e la sua fede nella scienza quando il padre, il dottor Harding, le dà l’occasione di occuparsi di un interessante caso di personalità multipla. (altro…)

Read Full Post »


Martin Harris è un illustre professore universitario americano che conduce ricerche biotecnologiche ed è sposato con la bella e raffinata Liz. Invitato dal Professor Bressler a Berlino per un convegno, giunge in Germania con la moglie e, arrivato all’Hotel Adlon, si accorge di aver smarrito una valigetta. (altro…)

Read Full Post »

Da un regista provocatorio e delirante come Darren Aronofsky non ci si poteva aspettare un thriller diverso da questo, aperto ad interpretazioni simboliche, occultistiche e psicoanalitiche, dalla prima all’ultima scena (che, tuttavia, si è guadagnato 5 nominations agli Oscar 2011). Nonostante sia un’opera eccessivamente ambiziosa, come tutte quelle realizzate dall’artista statunitense (π – Il teorema del delirio, The Fountain, per citarne alcuni), Black Swan riesce a mantenere un livello di tensione sempre crescente e a non scadere mai nel mediocre, anche grazie alla raffinata fotografia di Matthew Libatique (Iron Man e Inside Man) e alla coinvolgente colonna sonora in cui la musica classica  si alterna ai brani dei Chemical Brothers. (altro…)

Read Full Post »

Michael e Joanna sono sposati da quattro anni, sono apparentemente felici e appagati dalla loro relazione, forse immatura, ma sincera e affettuosamente impeccabile. Dopo una cena di lavoro di Michael, a cui partecipa anche Joanna, si scatena una lite tra i due, a causa dell’evidente intesa tra Michael e la sua nuova avvenente collega Laura. Il giorno seguente lui parte per un viaggio di lavoro proprio con Laura e il dubbio inizia a tormentare i due coniugi: chi sta tradendo chi? Se si sospetta dell’altro, è lecito arrendersi alla tentazione?

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »